Olive Farmer porta alla luce un antico mosaico a Gaza

Il pavimento di epoca bizantina è stato scoperto casualmente. Tuttavia, i resti di mura e manufatti in vetro mostrano che l'area potrebbe portare a scoperte ancora più sorprendenti.

Pavimento a mosaico di epoca bizantina a Gaza, Palestina - 18 settembre 2022 (AP)
Settembre 27, 2022
Di Paolo DeAndreis
Pavimento a mosaico di epoca bizantina a Gaza, Palestina - 18 settembre 2022 (AP)

Notizie recenti

Il Ministero palestinese del Turismo e delle Antichità ha confermato che gli archeologi stanno lavorando in un uliveto vicino al campo profughi di Bureji a Gaza.

Stanno esplorando i resti di un antico pavimento bizantino scoperto da un olivicoltore locale che risale da qualche parte tra il 5th e il 7th secolo d.C.

Questi sono i più bei pavimenti a mosaico scoperti a Gaza, sia per la qualità della rappresentazione grafica che per la complessità della geometria.- René Elter, archeologo, Scuola Francese di Archeologia di Gerusalemme

Secondo Smithsonian Magazine, Salman al-Nabahin ha notato che diversi giovani ulivi piantati di recente non stavano radicando come previsto. Ha scavato sotto di loro con suo figlio e ha trovato quello che ora gli esperti ritengono sia il mosaico più ben conservato e dettagliato mai trovato a Gaza.

L'olivicoltore ha spiegato che la natura unica dei risultati non era evidente all'inizio. "Ho cercato su internet", ha detto ha detto a Reuters. "Abbiamo appreso che era un mosaico appartenente all'era bizantina. Lo vedo come un tesoro, più caro di un tesoro. Non è personale; appartiene a ogni palestinese”.

Vedi anche:Lampada a olio d'oliva di 2,300 anni portata alla luce in Cisgiordania

Una volta rimosse le radici e la terra, il primo scorcio del pavimento rivelava coloratissime decorazioni raffiguranti animali e scene di vita bizantina. Gli esperti non hanno ancora stabilito se il mosaico facesse parte di un'area religiosa o residenziale.

Gli archeologi palestinesi stanno ora lavorando per portare alla luce l'intero sito. "La scoperta archeologica è ancora nelle sue fasi iniziali e attendiamo di conoscere meglio i segreti e i valori della civiltà", ha scritto il ministero.

René Elter, un archeologo della Scuola di Archeologia Francese di Gerusalemme, che sta assistendo allo scavo, ha detto all'Associated Press che "questi sono i più bei pavimenti a mosaico scoperti a Gaza, sia per la qualità della rappresentazione grafica che per la complessità della geometria”.

africa-medio oriente-agricoltore-di-oliva-porta alla luce-un-antico-mosaico-a-gaza-olive-times

Pavimento a mosaico di epoca bizantina a Gaza, Palestina — 18 settembre 2022 (AP)

"Mai nella Striscia di Gaza sono stati scoperti pavimenti a mosaico di questa finezza, questa precisione nella grafica e la ricchezza dei colori”, ha aggiunto.

Finora, il ritrovamento di Salman al-Nabahin ha permesso agli archeologi di identificare un'altra area che indica la presenza di mura e manufatti, entrambi i quali potrebbero portare a ulteriori scoperte.

Una delle buche già scavate mostra 17 tessere con iconografia musiva, mentre altre due mostrano tessere che potrebbero essere state danneggiate o spostate nel tempo dalle radici di un vecchio olivo. Il mosaico stesso sembra coprire una superficie di circa 23 mq.

Dato il ruolo cruciale dell'area come snodo commerciale per molte civiltà diverse nel corso di molti secoli, tali ritrovamenti confermano l'enorme potenziale archeologico della Striscia di Gaza.

Asa Eger, un archeologo dell'Università della Carolina del Nord-Greensboro specializzato in archeologia bizantina e islamica nel Levante, ha detto a The Art Newspaper che "è una scoperta spettacolare, soprattutto perché la nostra conoscenza dell'archeologia è purtroppo così imprevedibile date le circostanze lì.

"Gaza è stata molto importante durante il periodo di questo mosaico ed è nota per la sua fiorente produzione di vino esportato attraverso il Mediterraneo”, ha aggiunto.

Gli esperti locali hanno avvertito che un sito così unico deve essere completamente protetto. L'area si trova vicino al confine israeliano e, date le forti tensioni tra le due parti, è considerata a rischio di ulteriori danni.

Il mese scorso, uno scontro di tre giorni ha portato a bombardamenti nella zona. L'olivicoltore ha ricoperto le porzioni visibili del pavimento con fogli di latta per preservare il sito. Secondo Elter, "è imperativo organizzare rapidamente un intervento di soccorso di emergenza”.



pubblicità

Articoli Correlati

Feedback / suggerimenti