`Salute e sostenibilità sotto i riflettori al 3° Simposio di Yale - Olive Oil Times

Salute e sostenibilità sotto i riflettori al 3° Simposio di Yale

Febbraio 16, 2022
Ylenia Granitto

Notizie recenti

Ricercatori, scienziati, rappresentanti del settore e dirigenti di diverse organizzazioni si sono riuniti a Jaén, in Spagna, per il terzo simposio internazionale di Yale sull'olio d'oliva e la salute alla fine dell'anno scorso.

Tenuto in concomitanza con il Quarto Congresso Internazionale dell'Olio, degli Oliveti e della Salute, l'evento volto a mettere in luce e promuovere il ruolo di coltivazione dell'olivo sulla salute del pianeta e l'impatto dell'olio d'oliva benefici alla salute.

Ora stiamo diventando più consapevoli del fatto che abbiamo fatto molti danni su questo pianeta e l'olivo è una vera risorsa che può essere utilizzata per iniziare a invertire questo problema.- Tassos C. Kyriakides, co-presidente, International Yale Synposium

"È stata un'esperienza straordinaria, che ha riunito professionisti di spicco del settore provenienti da diversi paesi", ha detto Tassos C. Kyriakides, co-presidente del comitato organizzatore della Yale School of Public Health Olive Oil Times.

"Oltre a sottolineare l'importanza di incorporare olio extravergine d'oliva nella nostra vita quotidiana, l'evento si è concentrato su salute planetaria, economia circolare, bioeconomia e sostenibilità dell'agricoltura, dando vita a dibattiti stimolanti e cercando risposte alle sfide più urgenti di oggi”, ha aggiunto.

slip-salute-e-sostenibilità-sotto i riflettori-al-3° simposio-di-yale-oil-times

Tassos C. Kyriakides

Sottolineando il ruolo fondamentale dell'olio extra vergine di oliva come alimento fondamentale nell'alimentazione umana, il simposio ha fornito un'ampia discussione sul ultimi risultati della ricerca.

Tra i tanti temi affrontati nella sezione salute e malattia, la trattazione dell'olio d'oliva composti fenolici, la loro interazione sinergica e il loro impatto sul corpo umano hanno suscitato particolare interesse.

"Abbiamo discusso di come l'olivo e i suoi prodotti diano più della salute ", ha affermato Kyriakides. "Oltre ad essere utili per noi come esseri umani, sono anche benefici per il nostro pianeta”.

Nella sezione del simposio sulla salute e la sostenibilità del pianeta, le presentazioni si sono concentrate sull'ambiente e cambiamento climatico, con esperti che sottolineano come il settore olivicolo offra un'opportunità unica per esplorare i concetti di economia circolare nell'ambito della bioeconomia.

Sono stati presentati diversi studi che hanno evidenziato il ruolo di gestione sostenibile dell'oliveto nella riduzione delle emissioni di gas serra, contribuendo così alla riduzione degli effetti negativi sul clima e sul calore.

Esempi di programmi che promuovono l'aumento di biodiversità negli uliveti sono stati anche presentati.

slip-salute-e-sostenibilità-sotto i riflettori-al-3° simposio-di-yale-oil-times

"Ora stiamo diventando più consapevoli del fatto che abbiamo fatto molti danni su questo pianeta e l'olivo è una vera risorsa che può essere utilizzata per iniziare a invertire questo ", ha detto Kyriakides. "Penso che, soprattutto dopo aver attraversato due anni di questa pandemia, dobbiamo ripartire e resettare. Diciamo anche di tornare alle idee e ai concetti di base rispettosi dell'ambiente e sostenibili".

Sebbene sia stato chiaramente presentato che il Pandemia di covid-19 ha fornito un'opportunità per il settore dell'olio d'oliva in tutti i mercati perché i consumatori hanno sperimentato di più a casa con l'olio d'oliva, il simposio ha anche evidenziato alcune sfide che gli operatori del settore dovrebbero affrontare a livello internazionale:

  • La disponibilità globale di una più ampia varietà di oli di alta qualità;
  • La creazione di valore tra i giovani; lavoro mirato con gli chef, che, in qualità di opinion leader, influencer e link in prima linea, possono insegnare e trasmettere direttamente al consumatore;
  • La creazione di fiducia negli agenti della filiera olearia e nell'etichettatura dei prodotti;
  • Un aumento della conoscenza e della competenza dei consumatori in parametri quali la definizione di oli di qualità e la loro differenziazione da oli di qualità inferiore;
  • L'introduzione dell'olio nella vita quotidiana dei consumatori attraverso ricette e altri usi.

Queste conclusioni sono state raggiunte durante la sezione marketing del simposio, in cui i relatori hanno presentato e discusso rapporti sulle tendenze dei consumatori e rapporti di successo commercializzazione dell'olio d'oliva e iniziative di promozione dei prodotti da tutto il mondo.

Ai partecipanti al simposio è stato ricordato che i consumatori acquistano prodotti principalmente a causa degli attributi positivi per il benessere umano che possono generare e fornire. Nel caso dell'olio d'oliva, le presentazioni hanno sottolineato che ci sono grandi opportunità poiché i prodotti dell'olivo sono già considerati una fonte di benessere.

"Nel fornire spunti di sintesi, il simposio ha sottolineato il fatto che gli effetti positivi sulla salute degli oli d'oliva sono stati i fattori determinanti per il aumento della domanda mondiale negli ultimi tre decenni, durante i quali il consumo è raddoppiato (da 1.5 milioni a oltre tre milioni di tonnellate)”, ha affermato Kyriakides.

"Tuttavia, è stato notato che, sia attualmente che in futuro, fattori come il contributo positivo e l'impatto dell'olio d'oliva sulla sostenibilità, la mitigazione dei cambiamenti climatici e la biodiversità saranno fondamentali per il continuo sviluppo della domanda globale ", ha aggiunto.

Gli organizzatori del simposio hanno concluso che il lavoro collaborativo esistente tra le dimensioni della salute umana e planetaria dell'oliveto può servire da impulso per una sinergia più ampia e di maggiore impatto tra i due.

Hanno aggiunto che questa sinergia dovrebbe abbracciare la ricerca, l'istruzione e il coinvolgimento dell'intero spettro delle comunità e delle parti interessate del settore olivicolo.

"Questo simposio ha segnalato un invito all'azione per stabilire obiettivi chiari e specifici con risultati e risultati di impatto e valutabili", ha affermato Kyriakides. "La salute, sia umana che planetaria, è sempre stata intrecciata e il percorso da seguire dovrebbe facilitare e rafforzare la loro sinergia verso il massimo beneficio reciproco”.

Il quarto simposio internazionale di Yale sull'olio d'oliva e la salute, organizzato in collaborazione dall'Università di Roma Tor Vergata e dall'Università di Bari Aldo Moro, si svolgerà a Roma all'inizio di dicembre 2022.


Olive Oil Times Video Serie
pubblicità

Articoli Correlati

Feedback / suggerimenti